domenica 13 novembre 2011

Sformatino di anelletti al forno


Gli anelletti sono un formato di pasta tipicamente siciliano che vi consiglio di provare soprattutto per le preparazioni che richiedono una cottura in forno. Sono spessi e carnosi e ideali per qualsiasi condimento che si insinua con facilità al loro interno gratificando i palati più esigenti.

INGREDIENTI
Anelletti
Ragù di carne
Besciamella
Cacio cavallo grattugiato
Pangrattato
Cacetto fresco

Procedimento
Preparare un ragù di carne macinata secondo la versione classica. Soffriggere le verdure tritate cipolla, carota e sedano, lasciandovi insaporire la carne macinata  ( io ho utilizzato carne bovina + carne suina). Non appena il macinato di carne perde il colorito roseo versare mezzo bicchiere di vino rosso e lasciare evaporare l’alcol. Salare e aggiungere alcune foglie di alloro, il concentrato di pomodoro circa 200 gr, diluire con acqua e lasciare cuocere a fuoco basso per 1 ora.
Lessare la pasta al dente, imburrare gli stampi piccoli  e versare dentro il pangrattato eliminando quello in eccesso. Insaporire la pasta con il ragù aggiungendo del cacio cavallo stagionato grattugiato, e un po’ di besciamella. Versare sulla superficie altro pangrattato e fettine di cacetto fresco. Mettere in forno già caldo a 250° per 15- 20 minuti. Lasciare intiepidire almeno per 10 minuti prima di servire. La stessa preparazione può essere realizzata in una teglia grande.


domenica 6 novembre 2011

Lasagne alla crema di zucca





Morbide e vellutate al palato, racchiudono tutto il sapore della zucca e  la piacevolezza di gustare la pasta  preparata con le proprie mani. Il risultato è un piatto colorato e saporito che anche alla vista dà una grande energia per i suoi colori caldi.

INGREDIENTI
300 gr di farina di semola
3 uova
600 gr di crema di zucca
200 gr di besciamella
200 gr di panna
Parmigiano grattugiato
Sale
Noce moscata
Olio di oliva
Burro

Procedimento
Setacciare la farina, disporla a fontana, sgusciare le uova in una terrina, sbatterle e versarle al centro della farina. Impastare bene e avvolgere l’impasto nella pellicola, lasciando riposare almeno un’ora. Tirare la sfoglia con l’aiuto della macchina della pasta sino a 7.
Privare la  zucca della buccia esterna e dei filamenti e semi che si trovano internamente, riducendola a piccoli pezzetti. Versare dell’olio di oliva  e la zucca a pezzi in una pentola, salare aggiungere un po’ di acqua e lasciare cuocere con il coperchio, a fuoco basso , fino a che la zucca diventa morbida. Versare la zucca cotta nel frullatore a immersione per ottenere una crema ben fluida.
Portare ad ebollizione acqua, salare e cuocere per pochi secondi le lasagne fresche immergendole un po’ alla volta e versandole in una terrina con acqua fresca. Togliere le lasagne dall’acqua delicatamente , lasciandole scolare su un canovaccio.
Mescolare panna e besciamella, metterne un po’ sul fondo di una teglia rettangolare e diluire con un pò di crema di zucca. Sistemare i fogli di pasta, distribuire sopra panna, besciamella, la crema di zucca e il parmigiano grattugiato. Continuare così con tutte le lasagne e distribuire sulla superficie  parmigiano grattugiato  e fiocchetti di burro. Cuocere nel forno preriscaldato statico a 200° C per circa 20 minuti. Far dorare appena la superficie con il grill e lasciare riposare per circa 10 minuti prima di servire.



domenica 23 ottobre 2011

Torta di mele rosse dell'Etna








E’una delizia che preparo spesso in questa stagione per i miei bimbi. Morbida e profumata la gradiscono tantissimo. Vi suggerisco di provarla, non contiene grassi quindi molto leggera da gustare anche a colazione. Ho utilizzato le mele rosse dell’Etna piccole e profumate, ma ovviamente vanno bene tutte le varietà.

INGREDIENTI
4 Mele
200 gr di farina 00
50 gr di amido di mais o maizena
1 vasetto di yogurt alla frutta
150 gr di zucchero
3 uova
1 bustina di vanillina
Mezza bustina di lievito per dolci(8 gr circa)
Un pizzico di sale
Stampo a cerniera  30 cm
Un cucchiaio di marmellata di albicocche

Procedimento
In una ciotola montare le uova e  lo zucchero con uno sbattitore , aggiungendo un pizzico di sale e la vanillina. Versare lo yogurt ( vi suggerisco quello al limone). Mescolare e setacciare sul composto la farina insieme all’amido di mais, poco per volta. Imburrare lo stampo e spolverizzarlo all’interno con pangrattato fine. Sbucciare 2 mele tagliandole  a dadini e aggiungendole al composto. Unire  mezza bustina di lievito per dolci setacciando con un colino. Versare l’impasto  nello stampo e tagliare le altre 2 mele disponendole sulla superficie seguendo un disegno concentrico. Spolverare la superficie con 2 cucchiai di zucchero semolato e infornare in forno statico preriscaldato a 180° per 35 minuti. Non appena sarà cotta lasciatela raffreddare e poi pennellare la superficie con marmellata di albicocche. Servirà a renderla lucida e nello stesso tempo morbida permettendo alla torta di mantenere la sua umidità.


sabato 24 settembre 2011

Filetto di salmone gratinato








Il salmone è uno fra i pesci più versatili per la preparazione di antipasti, primi e secondi piatti. Fra i vari tagli del salmone fresco ho provato il filetto , molto saporito al gusto e senza lische. Una delle cotture più veloci per il filetto è quella sotto il grill che vi suggerisco.

INGREDIENTI :
Filetti di salmone fresco
Olio di oliva
Sale
Succo di limone
Prezzemolo

PROCEDIMENTO:
Lavare i filetti di salmone e disporli su una teglia a bordi bassi rivestita sul fondo di carta forno. Condire il pesce con sale e olio di oliva. Trasferire la teglia  in forno nel ripiano più alto avendo cura di accendere solo il grill alla massima temperatura. Lasciare gratinare i filetti per 10 minuti. A fine cottura risulteranno morbidi all’interno con una crosta croccante e profumata in superficie. Servire i filetti con  succo di limone, olio di  oliva e prezzemolo tritato accompagnando il pesce con un contorno di carote tagliate a julienne.




martedì 9 agosto 2011

Insalata estiva











Un’ insalata estiva ricca di colore e sapore. Si può preparare in anticipo e in poco tempo. Ideale da gustare nelle calde giornate estive.
INGREDIENTI:
Patate
Fagiolini
Carote
Cipolle
Prezzemolo
Sale
Olio di oliva
Aceto di mele

Procedimento
Lessare gli ortaggi, sbucciare le patate, le cipolle e le carote, ridurle a pezzetti . Salare e condire a piacere con olio di oliva e aceto di mele o balsamico. Mettere in frigo e servire l’insalata dopo qualche ora.





sabato 11 giugno 2011

Sformatino delicato



Un piatto fresco e appetitoso, facile e veloce con l’aggiunta di pochi ingredienti. Dal sapore molto delicato è ideale come secondo o per un contorno leggero e saporito.

INGREDIENTI
400 gr di patate
200 gr di ricotta
250 gr di besciamella
Sale

PROCEDIMENTO
Lessare le patate, sbucciarle e passarle nello schiacciapatate più volte e salare. Aggiungere la ricotta e la besciamella, preparata con 250 ml di latte, 20 gr di farina 00, 20 gr di burro e un pizzico di sale. Versare il composto in uno stampo ad anello o in  singoli stampini, avendo cura di distribuire internamente del burro e della farina di mais. Lasciare cuocere nel forno caldo statico a 200° per 20 minuti e poi  attendere almeno 10 minuti prima di estrarre dallo stampo. Suggerisco di mangiarlo tiepido o freddo dopo averlo tenuto in frigo per alcune ore. Ho servito lo sformatino con un pesto fresco al basilico.

sabato 16 aprile 2011

Involtini di melanzane al forno





Voglia di leggerezza senza rinunciare ai sapori della cucina mediterranea. Facili da realizzare con un tempo di preparazione molto breve. Stuzzicanti come contorno e ideali per un pranzo veloce anche a lavoro. 

INGREDIENTI
2 melanzane tonde    
100 gr di prosciutto cotto
Provola dolce
Pane per tramezzini
Salsa di pomodoro
Olio di oliva
Sale
Cacio cavallo grattugiato
origano        

Procedimento
Lavare le melanzane, affettarle e metterle in acqua e sale per 15-20 minuti. Strizzarle bene e grigliarle su una griglia o padella antiaderente molto calda in modo che non si attacchino al fondo. Nel frattempo si prepara la farcia riducendo in briciole il pane per tramezzini, tritando il prosciutto cotto, la provola dolce, aggiungendo un po’ di salsa di pomodoro con un filo di olio di oliva e un pizzico di sale. Si dispongono le fette di melanzane su  un piano e si distribuisce la farcia arrotolando semplicemente le fette. Si sistemano gli involtini  su una teglia con il fondo rivestito di carta forno. Completare con una fetta sottile di provola, della salsa di pomodoro, del formaggio grattugiato, un filo di olio di oliva e un pizzico di origano sopra ogni  involtino. Lasciare cuocere in forno caldo a 200° per 15- 20 minuti.                                                                     

giovedì 17 marzo 2011

Torta tricolore









Ad una ricorrenza speciale e unica, dedico un dolce con i colori della nostra bandiera.

martedì 22 febbraio 2011

Paste di mandorle












Le paste di mandorle rappresentano sicuramente una delle perle della pasticceria siciliana. Una ricetta semplice e antica per un dolce che racchiude i sapori e i profumi di tempi passati e che riesce ad essere ancora oggi straordinariamente gradito a tutti.

INGREDIENTI
250 gr di mandorle
1 albume
150 gr di zucchero a velo
1 cucchiaio di miele
Mezza bustina di vanillina
Scorza grattugiata di limone e arancia
Ciliegie candite

PROCEDIMENTO
Per togliere la buccia alle mandorle, tuffarle in acqua bollente per un paio di minuti. Sbucciarle velocemente  e lasciarle asciugare un paio di giorni. Tritare le mandorle senza raggiungere la consistenza della farina. Il segreto è proprio quello di lasciare una grana media che sprigionerà tutto il sapore della mandorla in bocca e permetterà alle paste di mantenere la loro morbidezza per diversi giorni. Unire alle mandorle tritate lo zucchero a velo, la vanillina le scorze grattugiate del limone e arancia, l’albume e un cucchiaio di miele. Si otterrà una pasta semimorbida che dovrà essere messa in frigo per una notte. Al mattino successivo inserire l’impasto in una sac a poche con punta a stella. Creare delle piccole paste inserendole nei pirottini o direttamente sulla carta forno. Tagliare a metà le ciliegie candite e metterle al centro di ogni pasta. Cuocerle in forno caldo statico per 15 minuti a 180°.

venerdì 4 febbraio 2011

Involtini di zucchine al forno








 Una piccola idea molto invitante che può essere un ottimo suggerimento per un antipasto, un secondo, un  contorno o uno stuzzichino da finger food.

INGREDIENTI
2 zucchine
100 gr di filetti di nasello
160 gr di tonno in scatola
Provola dolce
Mollica di pane
Formaggio grattugiato
2 cucchiai di polpa di pomodoro
Prezzemolo tritato
Sale
olio di oliva

PROCEDIMENTO
Lavare le zucchine, asciugarle e tagliare delle fette sottili  con l’aiuto di un pelapatate o una mandolina. Tritare grossolanamente i filetti di nasello ( ho utilizzato quelli congelati), unire il tonno, la polpa di pomodoro, la mollica di pane,  il prezzemolo tritato , la provola dolce a dadini , il formaggio grattugiato, un pizzico di sale e olio di oliva. Mescolare bene, e disporre un cucchiaino di farcia all’estremità della fetta di zucchina arrotolandola delicatamente. Ripetere l’operazione per tutte le fette e sistemarle in una teglia con carta forno , dopo averle inserite negli spiedini di legno. Cuocere in forno caldo statico a 200°per 20 minuti circa. Servire su un letto tiepido di salsa di pomodoro.

lunedì 31 gennaio 2011

Mini sformatini di patate e spinaci







Una preparazione semplice e leggera che permette di far mangiare volentieri la verdura ai più piccoli. Ho usato degli stampini, ma la stessa ricetta può essere utilizzata per realizzare uno sformato di misura più grande.

INGREDIENTI ( per 5 sformatini)
400 gr di patate
2 cubetti di spinaci congelati
1 uovo
Latte
Burro
Parmigiano grattugiato
Sale
1 cipollina novella
100 gr di ricotta
Pangrattato
Olio di oliva

PROCEDIMENTO
Lessare gli spinaci. Riscaldare dell’olio di oliva in una padella, insaporire la cipollina tritata, unire gli spinaci, salare e lasciare sul fuoco 5 minuti.  Lessare le patate, sbucciarle e passarle due volte nello schiacciapatate, salare e aggiungere del latte caldo circa 70 gr, con una noce di burro mescolando bene. Unire gli spinaci, il parmigiano, l’uovo e la ricotta. Imburrare bene gli stampi, spolverando con pangrattato.  Versare il composto  e aggiungere in superficie dei riccioli di burro. Mettere in forno caldo statico a 200° per 20-25 minuti. Prima di estrarli dagli stampi, lasciare raffreddare una decina di minuti.

P.s. la ricotta può essere sostituita da un altro formaggio a piacere

domenica 23 gennaio 2011

Pane con il lievito madre



















Ho sempre pensato che con la fantasia puoi preparare centinaia di ricette di vario tipo saporite e colorate, con ingredienti di ogni genere, ma cimentarsi nella realizzazione  del pane è un qualcosa che non ha eguali. La sua preparazione semplice, ma meticolosa e paziente porta ad un risultato straordinario. La soddisfazione è incommensurabile. Vi lascio alla foto del pane e al suo profumo,intenso e unico.

INGREDIENTI
250 gr di farina di semola rimacinata
250 gr di farina 00
100 gr di lievito madre
350 gr circa di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
1 e 1/2  cucchiaino di sale

PROCEDIMENTO
Rinfrescare 12 ore prima il lievito madre. Prelevare 100 gr e scioglierlo insieme a un cucchiaino di zucchero in una terrina con acqua tiepida. Setacciare le due farine, è molto importante questa operazione, perché come dicono le sorelle Simili,”setacciando la farina assorbirà di nuovo aria facilitando l’impasto”. Aggiungere il sale e versare poco alla volta la farina nella terrina che contiene il lievito sciolto e la rimanente acqua. Quando avremo raccolto l’impasto versiamolo sul nostro piano di lavoro e lavoriamolo energicamente con le mani. Questa operazione può essere fatta facilmente dalla macchina del pane, ma vi assicuro che farla con le proprie mani è un ottimo antistress e si lavora molto di addominali! Passati 10 minuti circa l’impasto avrà una superficie quasi vellutata, incidere l’impasto,  porlo in una boulle e coprirlo con la pellicola. Lasciarlo lievitare 10 ore circa, io ho preparato l’impasto dopo cena per cui la lievitazione è avvenuta nella notte! Al mattino successivo  prelevare l’impasto, bagnare le mani e  dare la forma di un filoncino. Dopo circa 30 minuti può essere infornato su una teglia rivestita con carta forno. Il forno deve essere acceso mezz’ora prima alla massima temperatura, inserendo dentro un pentolino con acqua in modo che dentro il forno ci sia vapore. Rovesciare il filoncino sulla teglia e incidere la superficie con tagli orizzontali alla lunghezza. Fare cuocere 45- 50 minuti abbassando la temperatura a 200 ° e togliendo il pentolino dopo 15 minuti. Lasciare il pane dentro il forno spento per 5 minuti e raffreddarlo fuori adagiandolo su una griglia.

giovedì 20 gennaio 2011

Crostata con crema e arance












Le arance  in questo periodo ci regalano delle tonalità cromatiche bellissime. Mi riferisco alle arance rosse di Sicilia, in particolare alla varietà tarocco che ho utilizzato per la crostata. La loro polpa si presenta con screziature che vanno dall’arancio al rosso, e con un sapore acido e dolce allo stesso tempo. Una delizia che consiglio di non perdere!

INGREDIENTI
250 gr di farina 00
125 gr di burro
125 gr di zucchero
1 uovo
Scorza grattugiata di limone
Una bustina di vanillina
Un pizzico di sale
2 arance
Crema pasticcera

PROCEDIMENTO
Setacciare la farina, unire la scorza di limone grattugiata e spezzettare il burro, impastando velocemente con le mani. Aggiungere un pizzico di sale, lo zucchero e l’uovo, formando un impasto che lasceremo riposare in frigo almeno mezz’ora. Ottenere con l’aiuto di un mattarello una base che sistemeremo in una teglia rettangolare, punzecchiarla con una forchetta e cuocere in forno caldo a 200 ° per 15-20 minuti. Lasciare raffreddare e versare sopra la crema ( io ho usato quella già pronta) e gli spicchi di arancia sbucciata al  vivo. Spolverare con zucchero a velo.

lunedì 17 gennaio 2011

Filetto di maiale con crema di funghi










Un secondo di carne molto invitante,  arricchito  dal profumo dei  funghi e dalla crema che avvolge il filetto dando  quel particolare gusto corposo e irresistibile.

INGREDIENTI
800 gr di filetto di maiale
300 gr di funghi misti
20 gr di Funghi  porcini secchi
Brodo vegetale
Aglio
Prezzemolo
Vino bianco
Sale
Burro
olio di oliva
farina 00
2 cucchiai di panna

PROCEDIMENTO
Lavare il filetto  e asciugarlo , legarlo  con uno spago per arrosti e passarlo nella farina 00. Mettere i  funghi secchi in ammollo almeno un’ora prima in acqua molto calda per consentire la loro reidratazione. Versare in padella dell’ olio di oliva e 25 gr di burro, unire 3 spicchi di aglio e il prezzemolo, appena sfrigolano aggiungere i funghi  misti ( io avevo a casa quelli surgelati ) e i funghi porcini secchi, dopo averli filtrati con un colino. Salare e sfumare con mezzo bicchiere  di vino bianco, lasciare insaporire qualche minuto e ritirare dal fuoco e tenere da parte. Versare tutto in una terrina. Utilizzare la stessa padella per cuocere il filetto. Riscaldare dell’olio di oliva e altro burro, unire degli spicchi di aglio e rosolare il filetto a fuoco vivace, sfumando sempre con il vino bianco e salare. Versare i  funghi e coprire lasciando cuocere per 30 minuti. Unire un po’ alla volta del brodo vegetale. Alla fine della cottura frullare una parte dei funghi , unire la panna e servire la crema di funghi sopra le fette di filetto.  I funghi interi saranno serviti come contorno. Raccomando sempre di far riposare il filetto prima di procedere al taglio.


giovedì 13 gennaio 2011

Lasagne delicate al pesce e zucchine








Oggi vi propongo un’alternativa alle classiche lasagne al ragù, più delicata ma altrettanto saporita. Un piatto che con il suo profumo di pesce stuzzica l’appetito  e gratifica pienamente il palato.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE
200 gr di farina di semola rimacinata
100 gr di farina 00
3 uova
100 gr di salmone affumicato
6 gamberoni interi
Brodo vegetale
Cipolla
 aglio
Prezzemolo
Sale
Olio di oliva
200gr di panna
200 gr di besciamella
1 zucchina
Una manciata di parmigiano

PROCEDIMENTO
Setacciare la farina, disporla a fontana, sgusciare le uova in una terrina, sbatterle e versarle al centro della farina. Impastare bene e avvolgerla nella pellicola, lasciando riposare almeno mezz’ora.
Nel frattempo preparate il brodo vegetale. Togliere la testa ai gamberoni lasciando il carapace ed estraendo il filo del budellino che contiene la sabbia. In una padella insaporire nell’olio di oliva,  l’aglio, la cipolla i gambi del prezzemolo interi , dei pomodorini tagliati a cubetti e versare i gamberoni spezzati a metà, soffriggendo a fuoco alto, sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, salare e aggiungere il brodo vegetale, coprire e lasciare cuocere. Passati 3 minuti estrarre le code di gamberoni e tenerle da parte, lasciando nella cottura la testa dei gamberoni che rilasceranno tutto il loro sapore. Trascorsi una ventina di minuti spegnere il fuoco. Affettare finemente la zucchina, metterla in padella con un filo di olio di oliva, salare e versare un dito di acqua fino a che risulteranno cotte.
Tirare la sfoglia con l’aiuto della macchina della pasta sino al 6. Ridurre a pezzetti sia  il salmone affumicato che le  code dei gamberoni, togliendo prima il carapace. Mescolare panna e besciamella, metterne un po’ sul fondo di una teglia rettangolare e diluire con un pò di brodo di pesce, dopo averlo filtrato con un colino. Sistemare i fogli di pasta, distribuire sopra la panna e besciamella, il salmone e i gamberoni, le zucchine, una manciata di prezzemolo e un po’ di brodo di pesce. Farcire tutti gli strati, come prima, tranne che l’ultimo dove non bisogna mettere il pesce. Versare lateralmente il brodo di pesce, in questo modo verrà assorbito dalla pasta che risulterà morbida dopo la cottura. Spolverare con un po’ di parmigiano a piacere e prezzemolo e mettere in forno caldo a 200° per 15 -20 minuti. Lasciare raffreddare  ma servire tiepida.

domenica 9 gennaio 2011

Arancini












Una  crosta croccante, un ripieno morbido e molto saporito, un profumo inconfondibile fanno degli arancini una specialità unica nel suo genere. Il segreto del loro sapore sta nella capacità di far assobire al riso il sapore del ragù e per questo è importante lasciar riposare il riso per alcune ore. Preferisco prepararli di dimensione più piccola per il piacere di mangiarne tanti e perché risultano invitanti anche per i più piccoli.

INGREDIENTI
500 gr di riso per arancini (chicchi grossi e corposi )
650 gr di macinato (una sola volta)  di vitello e maiale
200 gr Concentrato di pomodoro
Mezzo bicchiere di Vino rosso
2 cipolle
Sale
Olio di oliva
Provola
Pangrattato
Farina di semola
Olio di arachidi

PROCEDIMENTO
Tritare la cipolla, soffriggerla in olio di oliva  e unire il macinato di carne, salare e mescolare. Quando la carne perde il colore rosato  sfumare con mezzo bicchiere di vino rosso e aggiungere il concentrato di pomodoro, unire l’acqua, coprire e lasciare cuocere almeno mezz’ora mescolando di tanto in tanto. Il ragù deve rimanere con molto liquido, che ci servirà per cuocere il riso. Tritare un’altra cipolla, insaporirla nell’olio di oliva e unire il riso, salare e aggiungere poco alla volta il ragù, mescolando continuamente. Appena cotto, deve risultare asciutto, raffreddarlo e metterlo in frigo per alcune ore. Se lo preparate la sera prima, fatelo riposare tutta la notte. A questo punto inumidirsi le mani,  prendere un po’ di riso, formare un cestino, mettere dei dadini di provola e chiudere con altro riso, compattando bene con le mani. Ripetere l’operazione per il resto del riso. Preparare una pastella, con farina di semola e acqua, deve essere molto densa. Passare gli arancini prima nella pastella poi nel pangrattato. Friggere in olio di arachidi. Io ho utilizzato la friggitrice, per la grande quantità degli arancini ( circa 50).